Menu Content/Inhalt
Brani «ear» eseguiti solo dal vivo - (traduzione e interpretazione personale dei brani)

1. Sconvolgimento
2. Meglio Di Tutto Il Resto
3. Prima Dei Tuoi Sogni
4. Sotto La Sabbia


«SCONVOLGIMENTO»

schianta la testa contro il pavimento, sei così convinto di raggiungere il blue

allora hai pensato bene di dipingere le pareti della tua stanza e hai nascosto i segreti dentro ad una superficie

schianta la testa contro il pavimento, spalanca quella finestra se vuoi respirare dentro la differenza

lascia che il buio illumini la tua stanza e lascia che tutte le stelle diventino quello che desideri di più

riduci in brandelli le tue mani e spalanca gli occhi più che puoi

nessun ricordo è permesso per chiunque sia mascherato

spedisci pure le foto nel posto in cui non ne avrai bisogno

riduci in brandelli le tue mani e spalanca gli occhi più che puoi

non c’è nessun sogno qui che possa realizzarsi

lascia che questo freddo irradi e congeli e permetti ancora a queste lune e a queste ombre di consolarti

e tutte queste piccole cose che ancora ti meravigliano, tu benedicile

perché anche il più piccolo dettaglio che senti arrivare nel fondo è destinato a svanire un giorno…

e tutte le volte che non sai quale sia la risposta, tu non avere paura di nulla

perché in questa vita a volte la scelta giusta è proprio quella sbagliata

e ricordati bene, amico mio, che tutte le lacrime che offri all’amore non saranno mai abbastanza

perché se davvero la tua intenzione è prenderti cura dell’amore, allora non puoi concedergli di affogare

e tutte le volte in cui io me ne tornerò, senza niente, dritto da te ti prego, permettimi di essere l’unico per te

l’unico di cui hai bisogno per la vita. e poi dammi il tuo amore, salvami, ti prego dimmi che riesci a sentirmi…

riesci a sentirmi, vero?


«MEGLIO DI TUTTO IL RESTO»

ti ricordi ancora di me?

ti ricordi quando ero convinto che sarebbe stato grandioso averti tutta per me?

lo sai vero che mi hai confessato tutti i segreti che avevi nel cuore?

riesci a ricordare come diventava semplice lasciare che tutto cadesse su di noi, e tenerlo incastrato dentro la bocca?

ti ricordi ancora quanto volevamo che i nostri sogni diventassero la nostra estate infinita?

e adesso invece mi ritrovo ancora a desiderare che fosse tutto un sogno

questa volta la realtà non l’avrà vinta, te l’assicuro

e tutta questa fantasia che sento e di cui ho bisogno non svanirà mai

e tutti i miei desideri continueranno ancora ad essere gli stessi, per sempre

ti ricordi di tutte le stelle che abbiamo maledetto, mentre camminavamo insieme, solo per tentare di trovare un po’ di luce da

qualche parte; perché avevamo così paura io e te?

riesci davvero a ricordarti? ti ricordi anche della mia pelle adesso?

ti ricordi vero di aver accarezzato il vento quel giorno, di avermi baciato e di avere potuto sentire con onestà chi ero e per cosa

avrei pregato?

ti ricordi adesso di come hai buttato via tutto? di come hai sprecato ogni cosa?

e adesso invece mi ritrovo ancora a desiderare che fosse tutto un sogno

questa volta la realtà non l’avrà vinta, te l’assicuro

e tutta questa fantasia che sento e di cui ho bisogno non svanirà mai

e tutti i miei desideri continueranno ancora ad essere gli stessi, per sempre

per sempre, saranno gli stessi

«PRIMA DEI TUOI SOGNI»

vattene via e scompari da questo mondo che odi

rimani sola e torna a maledire ancora la vita che hai

urla con tutto il fiato che hai in gola, urla più che puoi

e vattene via, lascia pure solo anche me…

la rabbia non guarirà il dolore che sei obbligata a sopportare

rimani rintanata dentro di te e butta via tutto, fallo pure…

hai bisogno della tua stanzetta, della tua speranza piccolina

e tutto quel che rimane può anche saltare in aria

quello che vuoi davvero è che questo tuo sentire ti divori dentro

perché tutto ciò che conta in questa tua vita è sparire il prima possibile

allora che tutte le parole vadano a farsi fottere

che vada a farsi fottere tutto quanto

chiudi gli occhi, coraggio, e dormi per sempre…

non vuoi più sentire questa voce che non smette

non vuoi più avere queste lacrime che non smettono

non te ne frega nulla di questi lamenti

si è fatta l’ora di andarsene da questo mondo

si è fatta l’ora per te di lasciare tutto questo, lasciare anche loro

si è fatta l’ora di andarsene da questo mondo, lasciare anche noi

lasciare anche me

«SOTTO LA SABBIA»
sto aspettando che anche questo giorno arrivi ad un fine in qualche modo

e intanto tu sei stata spazzata via, proprio come se fossi una nuvola

incendiati adesso e divampa

altrimenti, giuro che sarò io stesso a darti fuoco

non ci sono canzoni di estate che possano guarirmi, amore mio

sei tu quella che ha scelto di non essere qui

incendiati adesso e divampa

altrimenti, giuro che sarò io stesso a darti fuoco

ho qui con me le tue foto, e anche il sole è sempre lo stesso vecchio sole

(e attraverso le fiamme guarderò la danza di te mentre bruci…)


 
Home
Login
Tu diventi Me
Rigonfiamenti
la bolla
musica liriche e registrazioni
Links
Eventi
News
sitemap
Galleria