Menu Content/Inhalt
«La Stanza Della Cera» (traduzione e interpretazione personale dei brani)

1. Credo Di Sì, Che Ti Piacerà (Una Canzone Pop)
2. La Soluzione
3. Rimbalzare Dentro A Un Ritornello



«CREDO DI SÌ, CHE TI PIACERÀ (UNA CANZONE POP)»

oggi è il giorno in cui di nuovo mi innamoro di te

a questo punto dovrei essere in grado di riconoscere le cose che ho lasciato indietro e quelle che invece stanno nascendo dentro

guardati intorno, non vedi che ogni minuscolo particolare sembra parlarmi?

sei ovunque, ti respiro nell'aria, sei in ogni cosa, eppure non riuscirei a dire esattamente dove…

se ti dicessi che mi dispiace, avresti il coraggio di baciarmi? e finirei per sentire la tua mancanza

se ti dicessi che mi dispiace e poi all'improvviso trovassi il coraggio di baciarti, è possibile che anche tu finisca per sentire la mia

mancanza?

ecco che è arrivato maggio. ti confesso di avere un po' di timore: timore che la prima pioggia possa portarsi via tutto.

i tuoi occhi, le mie speranze, le loro bugie in maschera: non riesco a smettere di desiderare quello di cui ho bisogno. questa luna

rivelerà segreti e intanto il mio cuore lentamente si lascerà affogare: prometto che ti racconterò di tutte le stelle rubate per te.

non puoi fare altro che splendere e i tuoi capelli insieme al tuo sorriso sono dentro la luce bianca di questi giorni. non ho

possibilità di scelta, il mio maggio eterno non morirà mai...

se ti dicessi che mi dispiace, avresti il coraggio di baciarmi? e finirei per sentire la tua mancanza…

se ti dicessi che mi dispiace, e poi all'improvviso trovassi il coraggio di baciarti, è possibile che anche tu finisca per sentire la mia

mancanza? e se poi ti dicessi che sono un po' preoccupato, perchè non mi sarà mai possibile baciarti, in ogni istante in cui

sentirò la tua mancanza; può succedere tu ammetta di essere preoccupata almeno quanto me, se poi sarò io a mancarti, ogni

volta che non potrò baciarti?

(mi dispiace così tanto..)

 

«LA SOLUZIONE»

non ho trovato nessuno qui. niente, nemmeno un modo per farla finita

forse vorrei soltanto riuscire a farti scomparire un'altra volta

sai, mi sembra di riuscire a vederti solo nel momento in cui evito di guardarti

riesco a vederti solo se in qualche modo non sei qui. non essere qui adesso...

per colpa tua tutte queste stelle sono diventate la mia agonia. spingimi, fammi cadere a terra con violenza

prendi pure le mie mani vuote e fai dei miei sogni prostituiti quel che ti pare

il tuo sorriso? (coraggio, infettami con i tuoi occhi...)

il tuo sorriso? (ancora la malattia di cui ho bisogno...)

io e te, seduti qui, uno vicino all'altro (sto cercando di pensare a quello che ho detto)

io e te, seduti qui, uno vicino all'altro (sto cercando di pensare a come mi sentivo)

cosa potrò mai inventarmi questa volta?

amore mio, dimmi se c'era davvero un modo per saperlo prima...

ti prego, spiegami per cosa dovrei pregare adesso.

c'è una piccola pillola nella mia fantasia, tu diventi me e io sarò la sorpresa dentro cui ti ritroverai

ti volti in continuazione, non ti fermi mai, continui a sfuggirmi.

e di nuovo permetti a questa folla nel sole di seppellire tutto quello che provo per te, solo per te, per te

cosa potrò mai inventarmi questa volta?

amore mio, dimmi se c'era davvero un modo per saperlo prima...

ti prego, spiegami per cosa dovrei pregare adesso

 

«RIMBALZARE (Dentro A Un Ritornello)»

le lacrime scendono e cadono nel tuo oceano di solitudine

e' davvero questo il viso che volevo baciare per tutto il tempo?

ci si sente così irrimediabilmente soli mentre il mondo pare non sappia proprio nulla di te

solo l'amore continua a farti respirare, solo lei è in grado, fa così male però, così male…

immobile a fissare i tuoi tramonti infiniti. vulnerabile, ascolti la melodia del tuo sogno ad occhi aperti

sembra quasi di soffocare, gli occhi che vogliono vedere, le mani che vogliono toccare (ogni cosa di cui hai bisogno)

ogni cosa di cui hai bisogno ti fa sanguinare, questo tuo cuore grande non ce la fa più, davanti a niente

oh dio mio, sta succedendo di nuovo, guarda, perdi tutto quello per cui vivi, senti terribilmente ciò che ti mancherà

avresti potuto tenerlo stretto a te per tutto il tempo, ma alla fine è la stessa storia, questa vita non è tua, questa vita non è

affatto tua...

immobile a fissare i tuoi tramonti infiniti. vulnerabile, ascolti la melodia del tuo sogno ad occhi aperti

la tua vita, trovala dentro ai sentieri della paura. l'uscita, punta verso di lei e sis felix.

non hai nessuna colpa, la tua vita è una vergogna, ogni cosa è fatta per cambiare

non hai nessuna colpa, e' tutta una finta, ogni cosa è fatta per cambiare

non hai nessuna colpa, non puoi cambiare, c’è troppo dolore, un dolore che non può guarire...

 
Home
Login
Tu diventi Me
Rigonfiamenti
la bolla
musica liriche e registrazioni
Links
Eventi
News
sitemap
Galleria